REGISTRA SEMPRE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE

3 buone ragioni per registrare il contratto di locazione

Registrare il contratto di locazione è di importanza fondamentale se si intende avviare una strada di convivenza serena con la controparte e non avere preoccupazioni nei confronti… Leggi tutto

3 buone ragioni per registrare il contratto di locazione

Registrare il contratto di locazione è di importanza fondamentale se si intende avviare una strada di convivenza serena con la controparte e non avere preoccupazioni nei confronti del fisco, e perché no sentirsi anche dei bravi cittadini. Registrare il Modello contratto di locazione infatti, fornisce data certa e validità giuridica al contratto, di importanza vitale in caso di controversie.

Il contratto di locazione rappresenta una tutela

Poniamo il caso in cui l’inquilino lasci l’immobile in condizioni pessime, o peggio ancora con danni maggiori all’importo del deposito cauzionale ricevuto, o se dovessero sorgere problemi per il pagamento del canone; in tutti questi casi si rende necessario agire per vie legali. Se però il contratto di locazione non è stato registrato, l’iter diviene molto pericoloso anche per il proprietario di casa che dovrà spiegare al fisco come mai e perché a suo tempo affittò la casa in nero. Scaduti i termini per il ravvedimento operoso – un mezzo che permette di registrare il contratto di affitto tardivamente -, non rimane altro che pagare salate multe, imposte pregresse e interessi.

Anche per l’inquilino vivere in un immobile locato con contratto di locazione non registrato non è affatto sicuro, perché non possiede alcuna tutela all’interno del rapporto locatizio. In caso di malfunzionamento di elettrodomestici o accessori dell’immobile, il proprietario potrebbe decidere di lasciare correre e disinteressi del problema, mettendo l’inquilino in una situazione disagiata. O potrebbe rendere lo sfratto dall’oggi al domani, senza rispettare i termini fissati dalla legge che impongono 6 mesi di preavviso. Si vive quindi una situazione di perpetua precarietà, da ambo le parti.

Agevolazioni fiscali per i Contratti di locazione registrati

Possedere un contratto di locazione regolarmente registrato, permette all’inquilino di portarvi la residenza, adibire l’abitazione ad abitazione principale per poter accedere ad alcune agevolazioni fiscali, nella fattispecie di accedere a detrazioni sull’IRPEF in funzione del reddito percepito. Sono divise in 5 differenti casistiche.

Anche per il proprietario registrare il contratto di locazione è divenuto un po più vantaggioso rispetto al regime in tassazione ordinario. Con l’introduzione della Cedolare Secca sugli affitti, specialmente per la tipologia del contratto di locazione 3+2 a canone concordato, l’aliquota sul reddito da locazione è recentemente stata abbassata al 15%.

Scritto da Contrattodilocazione.net

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *