Affittare casa a stranieri?!? ecco qualche consiglio

Bisogna tener conto che, c’è chi appartiene alla comunità europea, quindi è uno straniero libero di entrare e circolare nel territorio italiano con il solo passaporto o carta di identità valida per l’espatrio… Leggi tutto

Bisogna tener conto che, c’è chi appartiene alla comunità europea, quindi è uno straniero libero di entrare e circolare nel territorio italiano con il solo passaporto o carta di identità valida per l’espatrio e chi invece non vi appartiene a cui è richiesto qualche documento in più.

Qualora si voglia locare la propria abitazione a un:
homer

1) cittadino facente parte della Comunità Europea è sufficiente:
– documento di identità in corso di validità;
– stipula e registrazione del contratto di locazione.

Entro quanto va registrato il contratto? 30 giorni a partire dalla data di stipula e quella di decorrenza, va infine registrato c/o ufficio Agenzia delle Entrate

Termini per presentare documentazione che attesti la cessione del fabbricato: entro 48 ore da quando l’inquilino prende possesso dell’immobile, e va presentato in questura o al commissariato di pubblica sicurezza della città dove è sito l’immobile

2) Extracomunitari: sono tutti coloro che non hanno la cittadinanza in uno dei paesi appartenenti alla comunità europea.
Simpsons

Se si affitta a persone extracomunitarie è necessario, richiedere:
– documento di identità in corso di validità;
– permesso di soggiorno accertandosi che non sia scaduto.

Infatti se si affitta un immobile ad un cittadino a cui è scaduto il permesso di soggiorno al momento del contratto o del rinnovo si incorre in possibile reclusione da 6 mesi a 3 anni o nella confisca dell’immobile. Anche il ritardo o la mancata comunicazione di cessione di fabbricato comporta una sanzione amministrativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *