Piccoli puntini neri sui muri di casa o macchie scure compatte?!? Potrebbero essere muffa !!!

La muffa è un fungo che si presenta in determinate e favorevoli condizioni di umidità e di temperatura. Trova il suo habitat, a una temperatura intorno ai 13-16° C, nei soffitti e nelle pareti esterne… Leggi tutto

La muffa è un fungo che si presenta in determinate e favorevoli condizioni di umidità e di temperatura. Trova il suo habitat, a una temperatura intorno ai 13-16° C, nei soffitti e nelle pareti esterne, ma anche  in ambienti chiusi o poco illuminati come garage e cantine.

muffe-sui-muri

CAUSE:

La presenza di muffa è una conseguenza dell’umidità dell’ambiente che condensa e sulla superficie del muro si arriva al punto di rugiada, ossia quando il vapore acqueo contenuto nell’aria, trovando una superficie a temperatura più bassa si trasforma in acqua. 
1) L’umidità in casa
 è inevitabile, perché:

  • gli ambienti interni sono abitati dalle persone, che immettono nell’aria vapor acqueo con la respirazione e la sudorazione
  • viene prodotta da diverse attività di routine come cucinare, lavarsi, ecc.
  • dipende dal modo di vivere gli ambienti: se si sta molto fuori casa durante il giorno, non si produce umidità ma neanche si cambia l’aria di frequente

2) muri, travi e pilastri non perfettamente coibentati;

3) errate abitudini in casa:
– insufficiente ricambio d’aria,
– biancheria umida messa ad asciugare all’interno specialmente nella stagione fredda,
– eccesso di acqua nelle piante.

Le muffe per diffondersi e svilupparsi, necessitano contemporaneamente di 5 condizioni:
– temperatura alta all’interno,
– temperatura bassa all’esterno,
– presenza di spore,
– luce scarsa,
– acqua ossia condensa.

Si può capire lo stadio della muffa:
Рdal colore che, inizialmente ̬ beige e poi passa al colore nero,
– dall’estensione della macchia.
la ventilazione costante dei locali è un ottimo modo per prevenire la muffa.

PRODOTTI CHE ELIMINANO LA MUFFA:
– l’alcol denaturato o la comune candeggina,
-liquidi antimuffa sterilizzanti per rimuovere la muffa dai muri
-additivi da aggiungere all’idropittura per rendere le pareti meno attaccabili dalle spore;

10 CONSIGLI PER TOGLIERE LA MUFFA:

1. ventilazione del locale costante;
2.utilizzare guanti e mascherina per non venire direttamente a contatto con la sostanza;
3. lavare i muri in cui sono presenti le muffe con un liquido antimuffa, tenendo ben ventilato il locale;
4.Non grattare la muffa dai muri con spazzole o spatole, le spore della muffa si propagherebbero nell’aria né risciacquare con acqua;
5. Aspettare 24 h;
6. Raschiare le pitture e gli intonaci;
7. Stuccare le parti interessate;
8. Dare 2 mani di pittura antimuffa;
9. Lasciare asciugare per almeno 24 ore;
10. Applicare un additivo antimuffa specifico per idropitture; normalmente un flaconcino da 250 ml è sufficiente.

PARETI ESTERNE E INTERNE

Per le pareti fredde è necessario migliorare la coibentazione con opportuni sistemi isolanti:

– Rivestimento a cappotto per isolare le pareti dall’esterno (consiste nel fissare all’esterno delle pareti, tramite collanti e tasselli, dei pannelli coibenti che verranno successivamente rasati con una speciale colla ed armati con una rete in fibra di vetro alcali-resistente prima dell’applicazione della rasatura e finitura finale.), ciò consente l’eliminazione di tutti i punti freddi e aumenta la capacità di accumulo termico dell’edificio.

Per l’Isolamento delle pareti dall’interno invece si può scegliere fra 3 soluzioni:
1. incollare sulle pareti interne lastre di gesso rivestito e precedentemente unito ad un isolante come polistirene, fibra di legno o fibre minerali).
2. Realizzare una contro parete con struttura metallica, isolante e gesso rivestito.
3. Dare almeno 2 mani di pittura termoisolante aspettando 6 ore tra una mano all’altra.