Dichiarazione redditi

A breve dovremmo presentare la dichiarazione dei redditi, ma sono state apportate alcune modifiche. Conosciamo insieme quali siano le detrazioni e deduzioni confermate e quali quelle non più applicabili per il 730 o il… Leggi tutto

A breve dovremmo presentare la dichiarazione dei redditi, ma sono state apportate alcune modifiche. Conosciamo insieme quali siano le detrazioni e deduzioni confermate e quali quelle non più applicabili per il 730 o il modello unico relativo ai redditi del 2014.
Tenete presente che anche il trasferimento dei dati dalla vecchia alla nuova dichiarazione precompilata dev’essere fatto modo corretto.

redditi

Detrazioni ancora possibili
Continuano ad essere detraibili gli interessi passivi per l’ abitazione principale del 19% legati al mutuo per l’acquisto di un immobile, fino ad un massimo di € 4.000,00.

I canoni di locazione invece, son scaricabili del 19% per chi è in affitto o ha figli che studiano fuori sede.

Detrazioni non possibili
Mentre i mutui accesi dopo il 1997 per l’acquisto di una seconda casa non saranno più detraibili né deducibili.
Tuttavia, l’immobile che è stato acquistato con un mutuo prima del 1997, gode ancora nelle detrazioni fino ad un massimo di € 2.065,00.

Altra detrazione negata è quella per la cessione del quinto dello stipendio o per l’apertura di altri generi di finanziamenti legati ad un immobile non registrato come prima casa.

Per i mutui accesi per la costruzione o ristrutturazione di immobili richiesti dopo il 1998 non sono più detraibili gli interessi passivi, tuttavia si può comunque beneficiare di altre agevolazioni fiscali stabilite dal Governo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *