Calcolare IMU

Il 16 Giugno si avvicina e purtroppo gli italiani dovranno fronteggiare le spese più agognate: Tasi e Imu, che varieranno da comune a comune.
Se volete calcolare IMU – IMI – IMIS potete… Leggi tutto

Il 16 Giugno si avvicina e purtroppo gli italiani dovranno fronteggiare le spese più agognate: Tasi e Imu, che varieranno da comune a comune.
Se volete calcolare IMU – IMI – IMIS potete farlo al seguente link:
 http://www.amministrazionicomunali.it/imu/calcolo_imu.php

immobili

Ecco come appare la schermata e le voci richieste.
E’ possibile inoltre stampare F24 relativo al pagamento delle tasse richieste.

Inoltre:
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, a questo indirizzo, è disponibile il servizio per la consultazione delle rendite catastali.È sufficiente indicare nei campi di ricerca del modulo:

  • il proprio codice fiscale;
  • gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella);
  • la provincia di ubicazione di un qualsiasi immobile.

consultazioni

ufficio

 

visura

Dichiarazione redditi

A breve dovremmo presentare la dichiarazione dei redditi, ma sono state apportate alcune modifiche. Conosciamo insieme quali siano le detrazioni e deduzioni confermate e quali quelle non più applicabili per il 730 o il… Leggi tutto

A breve dovremmo presentare la dichiarazione dei redditi, ma sono state apportate alcune modifiche. Conosciamo insieme quali siano le detrazioni e deduzioni confermate e quali quelle non più applicabili per il 730 o il modello unico relativo ai redditi del 2014.
Tenete presente che anche il trasferimento dei dati dalla vecchia alla nuova dichiarazione precompilata dev’essere fatto modo corretto.

redditi

Detrazioni ancora possibili
Continuano ad essere detraibili gli interessi passivi per l’ abitazione principale del 19% legati al mutuo per l’acquisto di un immobile, fino ad un massimo di € 4.000,00.

I canoni di locazione invece, son scaricabili del 19% per chi è in affitto o ha figli che studiano fuori sede.

Detrazioni non possibili
Mentre i mutui accesi dopo il 1997 per l’acquisto di una seconda casa non saranno più detraibili né deducibili.
Tuttavia, l’immobile che è stato acquistato con un mutuo prima del 1997, gode ancora nelle detrazioni fino ad un massimo di € 2.065,00.

Altra detrazione negata è quella per la cessione del quinto dello stipendio o per l’apertura di altri generi di finanziamenti legati ad un immobile non registrato come prima casa.

Per i mutui accesi per la costruzione o ristrutturazione di immobili richiesti dopo il 1998 non sono più detraibili gli interessi passivi, tuttavia si può comunque beneficiare di altre agevolazioni fiscali stabilite dal Governo.

TEST CASA

Ogni disegno ha un significato, svelando alcune aspetti di noi e del nostro stato d’animo.
Provate a disegnare una casa e vediamone insieme il significato di ogni singolo elemento.

Ogni disegno ha un significato, svelando alcune aspetti di noi e del nostro stato d’animo.
Provate a disegnare una casa e vediamone insieme il significato di ogni singolo elemento.

CASA

Casa grande: simbolo di ospitalità, indica un carattere estroverso, affettuoso e amichevole.
– Casa piccola: simbolo di raccoglimento, indica timidezza, bisogno di sicurezza e incoraggiamento.
Tetto schiacciato o molto allargato: sensazione di pressione da parte delle persone intorno a te
Tetto con soffitta: personalità fantasiosa ma frenata da divieti, che vede nella soffitta un luogo dove poter dare libero sfogo alla sua fantasia.
Comignolo fumante sul tetto: è il segnale di un rapporto comunicativo nella famiglia, visto che presuppone un fuoco attorno al quale sono riuniti i familiari.
Comignolo spento o assente: mancanza di un rapporto affettivo-comunicativo gratificante.
Antenna sul tetto: esprime una grande capacita’ osservativa
Alberi vicino la casa: esprimono un bisogno di affetto e protezione richiesti, in primo luogo, dalla famiglia.
Casa in lontananza: denota un senso di tristezza causato da un disagio emotivo.
Casa con recinto o palizzata: periodo di isolamento
Finestre aperte: simbolo di apertura verso l’esterno. estroverso, curioso e sicuro di se’.
Finestre chiuse: esprimono chiusura verso le relazioni con il modo esterno.
Casa senza finestre: rifiuto della realtà, a causa di un periodo soffocante.
Finestre molto grandi: esprimono il bisogno di ampi spazi per esprimersi al meglio.
Finestre con tendine o vasi di fiori: indicano una forte sensibilità e timidezza, ma anche un significativo senso del bello.
Strada vicino la casa: è il simbolo della possibilità di uscire dal nucleo familiare, per poter esplorare la società; ma allo stesso tempo è anche la via che riporta alla famiglia.
Strada tortuosa: denota un carattere forte capace di aggirare gli ostacoli, ma anche orgoglioso perchè non ricorre agli aiuti degli altri.
Strada lineare verso il basso: indice di un carattere estroverso e disposto ad accettare i consigli degli altri.
Strada con una biforcazione: simbolo di scelta, ma anche di indecisione. Si tratta molto spesso di persone che hanno bisogno di sentirsi accettati e rassicurati.
Strada curva che va verso l’alto: la paura del giudizio altrui porta ad evitare ogni forma di confronto. Si chiudono spesso in se stessi, ma se provocati possono diventare molto pungenti.
Strada interrotta bruscamente: esprime un carattere introverso, diligente e attento.

Casa, animali, zecche

Avere un animale domestico, nonché un amico fidato, è una gioia immensa. C’è solo una conseguenza che a volte può essere sgradevole e in alcuni casi pericolosa per i nostri amici a 4… Leggi tutto

Avere un animale domestico, nonché un amico fidato, è una gioia immensa. C’è solo una conseguenza che a volte può essere sgradevole e in alcuni casi pericolosa per i nostri amici a 4 zampe o nel peggiore dei casi per noi stessi: le zecche. Bisogna quindi stare attenti che non si prolifichino nelle nostre case.
cane

Le zecche aderiscono alla pelle e si nutrono di sangue. Di solito si annidano:
dietro le orecchie,
intorno l’ ano
sulla nuca,
dove il pelo le copre o dove il cane/gatto non può raggiungerle. Controllate spesso i vostri amici pelosi.

Ecco alcuni rimedi naturali che vi proponiamo:

  • Preparate una miscela
    2/3 alcool bianco (antisettico che stacca il parassita dalla pelle)
    1/3 olio. Mettete il composto su una garza e strofinatela dove c’è la zecca varie volte fino a che non si stacchi da sola.
  • Infuso di camomilla.
    Fate intiepidire la camomilla e imbevete un batuffolo di ovatta, applicandola sulle zone critiche. I parassiti si staccheranno. Disinfettate in modo accurato casa.
  •  

    Repellente di agrumi.
    Fate bollire 1/2 litro d’acqua con due agrumi tagliati a fettine e fatelo bollire per circa un ora.
    Con questo preparato potrete disinfettare i pavimenti e gli angoli di casa.

    in tutti i casi, sarebbe opportuno un controllo dal veterinario

  • Infine, se le zecche hanno provocato delle ferite sul vostro amico a 4 zampe, potete usare:

    – calendula, crema cicatrizzante,
    – aloe vera, gel o crema,
    – olio di lavanda.

Aprire un Home Restaurant

Ecco la nuova tendenza che ha già preso piega da diversi anni in Europa e ora sta spopolando anche in Italia, gli Home restaurant. Il primo nacque a Londra nel 2009 dall’intuizione di Miss… Leggi tutto

Ecco la nuova tendenza che ha già preso piega da diversi anni in Europa e ora sta spopolando anche in Italia, gli Home restaurant. Il primo nacque a Londra nel 2009 dall’intuizione di Miss Marmite, ristorante tuttora segreto che ha sempre più successo.
home

In molti penseranno che sia un grande impegno, con costi elevati, in realtà per aprire un ristorante non servono licenze di nessun genere, nessuna autorizzazione sanitaria ne burocrazia.
Gli strumenti principali sono: una casa e doti in cucina.

Si può aprire un ristorante in casa senza partita iva se si fattura sotto i 5000,00 € lordi l’anno, altrimenti con partita iva.

Ci sono poi siti vetrina in cui promuovere il proprio home restaurant come:

Gnammo.com
Ceneromane
KitchenParty.org,
New Gusto
Peoplecooks

Ovviamente il tipo di cena varia per prezzo e tipologia di cucina, quindi perchè non provare???

Ristorante in casa

Oggi vi raccontiamo la storia di una NONNA davvero speciale.
Nonna Leo, Leonilda Tomasinelli, è una signora di 96 anni che ha intrapreso un’attività insieme a tutta la sua famiglia, con cui vive da 12… Leggi tutto

Oggi vi raccontiamo la storia di una NONNA davvero speciale.
Nonna Leo, Leonilda Tomasinelli, è una signora di 96 anni che ha intrapreso un’attività insieme a tutta la sua famiglia, con cui vive da 12 anni.
Sabato 18 aprile, in occasione del suo compleanno, inaugurerà il primo Home Restaurant a Genova.

Leonilda ritiene che si è perso nel tempo il valore della cucina, utilizzando spesso prodotti pronti.

Lei cucina piatti freschi, con la cura di una volta. La pasta fresca è fatta a mano, come il pane e tutte le ricette tipiche da lei preparate a mano. come seppie con i piselli, stoccafisso accomodato, panissa, polpettone, varie torte di verdura, ravioli al tocco, il minestrone di una volta, coniglio alla genovese, focaccia al formaggio, farinata, torta Sacripantina e castagnaccio.

Nonna Leo, grazie all’aiuto del nipote Fabrizio ha attivato un sito internet, una pagina Facebook, un profilo Twitter e un account Youtube per far conoscere il suo ristorante casalingo.

Infatti il 18 aprile aprirà le porte della Sua casa a chiunque vorrà assaggiare la Sua cucina, prenotandosi attraverso il sito.

Ecco una persona da cui prendere esempio, che ci insegna che volere è potere a qualsiasi età.
Mettere in gioco le proprie qualità, utilizzare i mezzi a nostra disposizione, come la propria casa e quello che la rete può offrirci gratuitamente per pubblicizzare la propria attività.

Tutta la famiglia di nonna Leo collabora a questo evento, e le prenotazioni sono state tantissime.

Asta per Up

Il film Up uscito nelle sale cinematografiche nel 2009 è stato ispirato dalla casa di Edith Macefield a Seattle.

Una casa che è stata il simbolo della resistenza della lotta del debole… Leggi tutto

Il film Up uscito nelle sale cinematografiche nel 2009 è stato ispirato dalla casa di Edith Macefield a Seattle.
up
Una casa che è stata il simbolo della resistenza della lotta del debole l’anziana proprietaria, contro il potente le aziende costruttrici.
Edith già nel 2006 si era rifiutata di vendere l’immobile ad un azienda edile che le aveva offerto un milione di dollari in contanti, lasciando il villino all’interno delle mura del centro commerciale Ballard Blocks che era sorto sul terreno adiacente.
Ironia della sorte, negli anni successivi furono proprio gli stessi operai che avrebbero dovuto demolire la sua casa che si occuparono di lei
Nel 2008 la signora Edith a 86 anni è deceduta lasciando di sua spontanea volontà l’abitazione al supervisore del progetto di costruzione del centro commerciale, Barry Martin. .
Un paio di anni dopo Barry vendette la casa alla compagnia Reach Returns che attraverso un progetto di riqualificazione edilizia avrebbe voluto trasformarla nel punto di attrazione di una nuova piazza chiamata ‘Credo Square’. Tuttavia non trovando finanziatori il progetto è fallito. Ora UP sarà messa all’asta, i più probabili acquirenti saranno i proprietari del Ballard Blocks, che potrebbero demolirla per allargare – dopo anni di resistenze – l’enorme struttura che per anni ha ‘abbracciato’ la casa diventata il simbolo della lotta del debole contro il potente

Tavola a Pasqua

La Pasqua è ormai alle porte, c’è chi festeggerà in casa, e allora ecco qualche consiglio su come rendere allegra e colorata la vostra tavola.

1) Fiori: freschi nei vasi, dai vivaci colori. Per non… Leggi tutto

La Pasqua è ormai alle porte, c’è chi festeggerà in casa, e allora ecco qualche consiglio su come rendere allegra e colorata la vostra tavola.

1) Fiori: freschi nei vasi, dai vivaci colori. Per non spendere troppo potrete raccoglierli in un prato la mattina di Pasqua. Inoltre non può mancare un rametto di pesco decorato con uova pendenti oppure un ramo di ulivo decorativo come segno augurale.

pesco

2) Segnaposto: possiamo orientarci sempre utilizzando piccole composizioni di fiori freschi oppure per i più abili in cucina, piccoli cestini di cioccolata, da poter mangiare a fine pasto.

cestini

3) Centrotavola: Utilizzando della paglia sintetica create un nido, dove disporrete delle uova colorate e con un po’ di fiori e pulcini.

centro

Ovviamente a fine pranzo non può mancare un uovo di Pasqua, o una colomba per concludere dolcemente il pranzo.

uova

 

Tanti Auguri di Buona Pasqua a tutti!!! :)

Fumare in casa

Purtroppo c’è chi ha il brutto vizio di fumare. Ognuno ha i propri vizi, escludendo tutto ciò che di saggio si potrebbe dire sul non fumare, oltre ovviamente al risparmio economico, bisogna ammettere… Leggi tutto

Purtroppo c’è chi ha il brutto vizio di fumare. Ognuno ha i propri vizi, escludendo tutto ciò che di saggio si potrebbe dire sul non fumare, oltre ovviamente al risparmio economico, bisogna ammettere che quando si fuma molto soprattutto in ambienti chiusi, inevitabilmente si sente l’odore di fumo. Chi fuma non se ne accorge quanto un non fumatore. Non c’è nulla di più brutto che accogliere gli ospiti in una casa che puzza di fumo. E per togliere quest’aria pesante spesso non è sufficiente aprire porte e finestre.

Sarebbe opportuno pulire a fondo tutta la casa ma  soprattutto i componenti d’arredo che assorbono maggiormente il fumo come:
tende,
fodere dei divani,
tappeti.
fumo

 Vediamo insieme alcuni rimedi per eliminare l’odore della sigaretta

1. miscela a base di scaglie di sapone di marsiglia e qualche goccia di oli essenziali nella fragranza di menta, limone o muschio bianco.

2. Preparato composto da una parte d’acqua, due di aceto e 2 gocce di olio essenziale all’eucalipto.

3. Versate del bicarbonato sulle fodere dei divani, sui tappeti e sulle tende e spazzolare con energia. Infine per eliminare i residui passate l’aspirapolvere.

se non avete tempo per pulire tutta casa da cima a fondo, e volete quanto meno eliminare l’odore aprite le finestre per cambiare arie e poi provate

1. Incenso fai date realizzato bruciando le bucce di arancia e limone in un piattino
2. Versate dell’aceto bianco in una ciotola che lascerete in casa per tutta la notte.
3.Bruciate dello zucchero in un piattino di ceramica
4.Miscela composta dalla moka del caffè mischiata alle bucce d’arancia secche.
5.Piattini con dentro il carbone di legna in giro per casa.
6.Sacchetti profumati negli armadi

 

 

Saldi in condominio

Per risparmiare fino al 50% delle spese e vivere meglio… questa sera vi consigliamo questo libro: “Saldi in condominio” di Francesco Chiavegato.
Un manuale creato dall’autore per:
– risparmiare il 50% delle spese.
– creare collaborazione… Leggi tutto

Per risparmiare fino al 50% delle spese e vivere meglio… questa sera vi consigliamo questo libro: “Saldi in condominio” di Francesco Chiavegato.
Un manuale creato dall’autore per:
– risparmiare il 50% delle spese.
– creare collaborazione con il vostro amministratore di condominio,
– avere buoni rapporti con gli altri condomini.
– far rispettare a tutti le regole dello stabile
– tutto quello che c’è da sapere sui rendiconti
-come gestire le assemblee condominiali
– essere a conoscenza della riforma integrale attuata sul condominio (LEGGE 220/2012 E SUCCESSIVA MODIFICA)

saldi